Crisi senza fine: chiude il reparto, 14 operai presto senza lavoro

La crisi nera del distretto della calza: la Nuova Virgiliana di Castel Goffredo ha annunciato la messa in mobilità di 14 lavoratori, la conseguenza diretta della chiusura del reparto di confezionamento

Non si ferma la crisi nera del distretto della calza. Il calzificio Nuova Virgiliana di Castel Goffredo ha annunciato la chiusura del reparto di confezionamento e la messa in mobilità di 14 lavoratori.

La procedura durerà 120 giorni, poi gli operai – in maggioranza donne, di età compresa tra i 40 e i 50 anni – dovranno lasciare la fabbrica. La situazione rimane critica: la Nuova Virgiliana un tempo occupava un'ottantina di lavoratori, adesso sono 41. Meno i 14 che andranno in mobilità fanno 27.

Pare che l'azienda paghi un calo delle richieste dall'estero, anche dall'Est Europa: molti calzifici anche stranieri hanno integrato la produzione al loro interno, e non hanno più bisogno dei produttori mantovani, tra cui appunto la Nuova Virgiliana.

Le tre principali sigle sindacali (Cgil, Cisl e Uil) hanno fatto sapere di essere già al lavoro con la Provincia di Mantova per un eventuale ricollocamento dei 14 lavoratori in mobilità. Ma non sarà facile: la crisi è strutturale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento