Lunedì, 15 Luglio 2024
Economia Odolo

È morto l’imprenditore Carlo Oliva: guidava un impero da 300 milioni di euro

Si è spento a 98 anni nell’abbraccio dei familiari

Nessun rimpianto, come si dice in paese aveva una bella età: ma lascia lo stesso un grande vuoto, è un commento altrettanto unanime. È morto a 98 anni il mitico Carlo Oliva, da tanti conosciuto come Carlino: imprenditore d’altri tempi, è stato a lungo il patron della Olifer di Odolo, gruppo Olifin, storica azienda siderurgica le cui origini si perdono addirittura nel 1860, prima ancora dell’Unità d’Italia. È a quel tempo che venne attivata una delle prime fucine a maglio idraulico di tutta la Valsabbia: inizialmente la lavorazione del ferro era dedicata alla produzione di attrezzi per l’agricoltura, passando poi in seconda battuta ai prodotti per l’industria. Fu proprio Carlo Oliva, insieme al fratello Michele scomparso nel 2022, a dare vita nel 1961 alla moderna Olifer, oggi specializzata nella produzione di laminati mercantili profilati a caldo e trafilati a freddo.

L’azienda Olifer e il gruppo Olifin

Carlo Oliva si è spento serenamente, dopo una breve malattia. La salma riposa nell’abitazione di Via Mazzini a Odolo, dove è stata allestita la camera ardente: lo piangono figli e nipoti. Il funerale sarà celebrato sabato mattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di Odolo: venerdì sera è prevista una veglia di preghiera. L’azienda Olifer, fatturato di oltre 42 milioni di euro nel 2022 e utili netti per circa 1,5 milioni, fa parte del gruppo Olifin, che al suo interno raggruppa aziende come Olivatt e Iro (Industrie Riunite Odolesi). La holding è attiva e presente con filiali e stabilimenti produttivi in Italia, Germania, Spagna, Egitto, Emirati Arabi, India, Cina, Stati Uniti e Brasile. Il gruppo occupa in tutto più di 300 dipendenti, con un fatturato consolidato da oltre 300 milioni di euro l’anno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto l’imprenditore Carlo Oliva: guidava un impero da 300 milioni di euro
BresciaToday è in caricamento