Brescia: presto un tavolo in Regione sulla crisi Caffaro

Per i sindacati, restano ancora due mesi prima della chiusura

Presto si aprirà un tavolo istituzionale sulla crisi dell'azienda chimica Caffaro Brescia Spa, al quale parteciperanno gli assessori competenti della giunta della Regione Lombardia, i vertici aziendali e i sindacati.

La notizia è stata data oggi dagli stessi rappresentanti dei lavoratori, durante l'audizione in commissione Attività produttive del Consiglio regionale.

"Oggi è arrivata la lettera di risposta alla richiesta che avevamo fatto alla Regione di aprire un tavolo istituzionale", hanno detto i sindacalisti, che hanno ricordato che restano solo due mesi di tempo a disposizione prima che si chiuda.

Gli assessori competenti per il caso di questo stabilimento (conosciuto anche perché le sue attività produttive precedenti hanno inquinato l’area circostante) sono Valentina Aprea al Lavoro, Mario Mantovani alla Salute, Mario Melazzini alle Attività produttive e Claudia Maria Terzi all’Ambiente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento