Economia Piazza San Padre Pio da Pietralcina

Brescia Mobilità, un buco da tre milioni: «Paghiamo scelte sbagliate»

All'assemblea dei soci si ripercorre un anno intero, tra previsioni e conti da fare. Ma se per il presidente Prignachi tutto va bene, nonostante i tagli, per l'assessore Manzoni c'è da risolvere il problema OMB

Luci e ombre al termine dell’assemblea ordinaria dei soci di Brescia Mobilità, un’occasione da non perdere per la neoinsediata giunta comunale che cerca di far quadrare i conti e per fare un bilancio vero sulla condizione della controllata municipale (il Comune di Brescia detiene il 99,7% delle quote): questa la prima notizia, i soci e un voto quasi unanime per concordare non solo la stesura del bilancio consultivo ma anche “l’approvazione formale”, la certificazione semestrale che va oltre la semplice revisione dei conti, come fatto per gli ultimi tre rendiconti.

A tirare la volata l’assessore alla Mobilità Federico Manzoni, che “non si fida” dell’ottimismo diffuso e firmato Valerio Prignachi, presidente della municipalizzata, secondo cui il bilancio complessivo è tutto sommato positivo, tanto che si parlerebbe di un utile di circa 110mila euro, “e non sono molte le aziende come la nostra che in Italia chiudono con il segno più”.

L’assessore Manzoni invece, occhi puntati sul ‘consolidato’, registra una perdita di circa 2,7 milioni di euro legata a filo doppio con la storia di OMB, acquisita da Brescia Mobilità e che in tempi recenti ha visto concordarsi un aumento di capitale per circa cinque milioni. “Un peso per l’intero gruppo – ha spiegato Manzoni – Una di quelle scelte sbagliate perché non supportate dalle risorse”.

Ma c’è spazio pure per le rese aziendali: boom vero e proprio per Bicimia (+57% sul 2011) e ovvia crescita dello sfruttamento del Trasporto Pubblico Locale, la Metro in fondo è un colosso, +15% di abbonamenti. L’altra faccia della medaglia, ma era prevedibile, un 8% in meno di incassi ‘puri’ sulla sosta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia Mobilità, un buco da tre milioni: «Paghiamo scelte sbagliate»

BresciaToday è in caricamento