Bresciani grandi consumatori di surgelati vegetali

Il 26,6% dei consumi, va ai contorni, il 22,3% ai passati di verdure, il 21,1% agli spinaci mentre il consumo di minestroni è del 18,1%.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

surgelati-2In un anno a Brescia e nell'intera regione si consumano 36 milioni e 500 mila kg di surgelati vegetali. Ben 4 milioni e 635 mila kg sono a marchio Orogel, uno dei colossi del surgelato (257 milioni di euro di fatturato nel 2011 contro i 243 dell'anno precedente).

A Brescia e alla sua provincia vanno quasi 800 mila kg di prodotto Orogel, il 12,7% dell' acquistato nella regione. "Il surgelato", dice Bruno Piraccini, amministratore delegato dell'azienda romagnola, "non teme cali, anzi, per quel che ci riguarda siamo sempre in crescita. Oggi c'è bisogno di pietanze di qualità e da farsi in poco tempo. Il nostro core business sono le verdure ma da qualche tempo abbiamo immesso sul mercato anche i gelati e l'ittico. In questo caso pensiamo solo alla qualità, non ci interessano i numeri. Sono prodotti utili al consumatore che, grazie, proprio alla qualità, rafforzano il valore del nostro brand".

"Nel Nord dell'Italia vendiamo ben 13 milioni e 41 mila kg di nostri surgelati - continua Piraccini -; stiamo puntando, oltre che sui surgelati vegetali, anche sul gelato e sui prodotti ittici che, riteniamo, siano di primissima qualità, atti non tanto ad aumentare i nostri ricavi quanto a rafforzare la bontà del brand visto che puntiamo più sulla qualità che sulla quantità".

 

.

 

 

Torna su
BresciaToday è in caricamento