Economia

Tasse sulla casa, Brescia costa cara: è la settima città in Italia

La classifica delle tasse sulla casa (Tasi e Imu) diffusa dal Sole 24 Ore: Brescia al secondo posto in Lombardia e al settimo in Italia con una media di 464 euro per abitante. In Sicilia è dove si paga di meno

Tasse sulla casa, in Italia un “bottino storico”. Questo scrive Il Sole 24 Ore in riferimento al gettito su Tasi e Imu, i balzelli sulle prime e seconde case (e le altre proprietà in divenire), sui terreni agricoli e sulle attività industriali e commerciali. Un conto salato per il Belpaese: solo nel 2014 lo Stato italiano ha incassato la bellezza di 25.2 miliardi di euro, di cui 4.6 solo di Tasi. Il 157% in più rispetto alla ‘vecchia’ Ici.

In Lombardia la città di Milano batte tutti, ovviamente. Quasi 820 milioni di euro incassati, con una quota per abitante di oltre 631 euro. Brescia è la seconda città lombarda, sia per le entrate (quasi 89 milioni) sia per la tassazione media per abitante, nell’ordine di 464 euro. Tutt'altro che poco.

Più alta di Verona (415 euro per abitante) e di Torino (420), ma pure di Parma (392.5), Genova o Livorno. Fissando così la città di Brescia al settimo posto in Italia tra i capoluoghi di provincia, dietro soltanto a Padova, Siena, Milano, Roma, Pisa e Bologna. Nel profondo Sud Italia è dove invece si paga di meno, a causa di rendite catastali ormai vetuste.

Fanalino di coda infatti è Crotone, con poco più di 111 euro per abitante. Poi Palermo e Catanzaro, Vibo Valentia e Trapani, Ragusa e Messina. Quasi tutte in Sicilia, tutte al di sotto della quota dei 160 euro di tasse sulla casa per abitante.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasse sulla casa, Brescia costa cara: è la settima città in Italia

BresciaToday è in caricamento