Brescia: si lavora fino al 18 agosto solo per pagare le tasse

I dati annuali del CNA sugli artigiani e le PMI: a Brescia pressione fiscale del 62,7%, mentre si lavora fino al 18 agosto solo per pagarsi le tasse. In Italia aumenti del 4% in tre anni

A Brescia si lavora fino al 18 agosto solo per pagare le tasse. E la pressione fiscale complessiva, il ‘Total tax rate’, nel 2014 cala dello 0,1% rispetto all’anno precedente, ma si mantiene comunque al 62,7%.

Questo il risultato dell’inchiesta della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, calcolando come ipotetico riferimento un’impresa da 350 mq, con cinque dipendenti e un fatturato di 430mila euro.

Altre province stanno peggio. Roma si conferma la più (tar)tassata, con una quota del 74,4%, davanti a Bologna e Reggio Calabria. In Lombardia Cremona davanti a tutti, al settimo posto in Italia con una pressione fiscale che raggiunge e supera il 71%.

Va un po’ meglio a Sondrio, dove si lavora per pagare le tasse ‘solo’ fino al 28 luglio, al quarto posto nel Belpaese, con una tassazione ferma al 56,9%. Brescia si conferma in linea con la media italiana, al 63,1% e con ‘Tax free day’ al 19 agosto.

Dal 2011 in Italia la pressione fiscale è comunque salita del 4%, a Brescia del 5,3. Mentre il reddito rimasto, dopo aver pagato tutti i balzelli, in tre anni scende di oltre 2600 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento