Economia

Brescia fanalino lombardo dei saldi estivi

Secondo l'indagine "Le famiglie, i saldi e l'estate. Monza e Brianza e Lombardia", svolta dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza, i lombardi hanno speso circa 290 milioni di euro per i capi scontati estivi, cifra, rispetto all'estate scorsa, inferiore di ben 60 milioni

I saldi estivi a Brescia dimostrano come la crisi sia arrivata a colpire fortemente il settore. Secondo l’indagine “Le famiglie, i saldi e l’estate. Monza e Brianza e Lombardia”, svolta dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza, i lombardi hanno speso circa 290 milioni di euro per i capi scontati estivi, cifra, rispetto all’estate scorsa, inferiore di ben 60 milioni.

Guardando alle singole città, la ricerca evidenzia come Brescia non se la passi davvero bene. I più spendaccioni sono al solito i milanesi con una spesa pro capite di 197, mentre i bresciani si fermano a “soli” 154 euro a testa. A Bergamo, invece, la spesa è stata di 162 euro, a Varese di 175.

Considerando i nuclei familiari, il panorama rimane sempre lo stesso, con Brescia fanalino di coda. Le famiglie di Milano hanno speso complessivamente circa 108 milioni di euro, 31 milioni quelle di Bergamo, monzesi e brianzole 32. Quelle bresciane: 30 milioni. Le possibilità sono due: o siam messi peggio, o siamo più avveduti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia fanalino lombardo dei saldi estivi

BresciaToday è in caricamento