Fallimento Cà Nöa: lo storico ristorante all'asta per 2,7 milioni di euro

Il prossimo ottobre gli immobili, ma pure gli impianti, i macchinari e le attrezzature del gruppo, dichiarato fallito nel 2018, saranno battuti all'asta.

Una sala del ristorante Cà Nöa

Lo storico ristorante Cà Nöa di Brescia, il prossimo ottobre, andrà all'asta per 2,7 milioni di euro. Lo scrive il Giornale di Brescia. La crisi definitiva del gruppo - attivo nel settore della ristorazione, ma pure in quello nell'organizzazione di eventi, e nel catering - è ormai un dato di fatto dallo scorso autunno: risale infatti all'ottobre 2018 la dichiarazione di fallimento.

Un ristorante, quello situato tra via Branze e via Triumplina, che ha fatto la storia della nostra città, e che si spera non rimanga vuoto. C'è già la data per l'asta: l'appuntamento per gli interssati alla vendita è alle 11.30 del 4 ottobre nello studio del notaio Cirilli. La base d'asta è di 2,752 milioni di euro, ma va considerato il rialzo minimo del 20%. Le offerte vanno invece presentate entro le 12 del tre ottobre. Nel frattempo il ristorante resta aperto e continua la sua attività. 

In vendita - oltre ai 5mila metri quadrati su cui sorgono il ristorante, la pizzeria, quattro magazzini, il giardino e il porticato, le sale per la ristorazione, i laboratori, e la cantina - ci sono pure le attrezzature, i macchinari, e pure i contratti già in essere, per i quali è previsto il subentro. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento