Giovedì, 29 Luglio 2021
Economia

Cresce la produzione industriale, ma il 14% dell'aziende prevede tagli a personale

Secondo i dati raccolti dall'Associane Industriale Bresciana, a febbraio la produzione manifatturiera è cresciuta nel 33% dell'aziende. Le vendite crescono però solo fuori dall'UE. Previsti nuovi tagli alla manodopera

La produzione manifatturiera bresciana ha registrato nel mese di febbraio un ulteriore recupero, dopo la leggera crescita rilevata nel mese precedente. L’attività produttiva è aumentata per 33 operatori su 100, con un saldo positivo del 19% tra imprese che hanno dichiarato variazioni in aumento e in diminuzione. I consumi energetici sono cresciuti per 31 imprese su cento, con un saldo positivo del 14%.

L’andamento denota un deciso incremento della produzione nelle imprese medio grandi e nelle grandi, più contenuto nelle piccole e nelle medie imprese. In diminuzione, invece, nelle micro imprese e in quelle di maggiori dimensioni. Il 25% dell'aziende bresciane – secondo i dati AIB – dichiara di aver aumentato l’utilizzo degli impianti.

Le vendite sul mercato nazionale hanno subito una flessione, con un saldo negativo del 10%. Negativo anche il dato per i Paesi UE, meno 1%; mentre, fuori dall’Unione Europea, sono cresciute del 7%.

Le previsioni a breve termine non sono comunque troppo ottimistiche: per la produzione, il saldo tra imprese che prevedono variazioni in aumento e in diminuzione è di meno 3%. La forza lavoro è prevista stabile dal 78% delle aziende, in aumento dall’8% e in diminuzione dal 14%.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce la produzione industriale, ma il 14% dell'aziende prevede tagli a personale

BresciaToday è in caricamento