Brescia detiene ancora il triste primato di morti sul lavoro

Dall'inizio dell'anno, in Italia, ci sono stati 428 morti sui luoghi di lavoro, ma si arriva a contarne oltre 750 se si aggiungono i lavoratori deceduti sulle strade e in itinere. La provincia di Brescia, con 13 vittime, come l'anno scorso (21 morti) è la prima in Italia in questo triste primato

Dall'inizio dell'anno, in Italia, ci sono stati 428 morti per infortuni sui luoghi di lavoro, ma si arriva a contarne oltre 750 se si aggiungono i lavoratori deceduti sulle strade e in itinere. Erano 371 sui luoghi di lavoro il 31 agosto del 2010, l'aumento è del 13,30%.

La Regione in testa a questa triste classifica per numero assoluto di morti è la Lombardia con 49 vittime sui luoghi di lavoro. La provincia di Brescia, con 13 vittime, come l'anno scorso (21 morti) è la prima in Italia in questo triste primato. Un andamento molto peggiore della provincia di Milano che ha moltissimi abitanti in più e che registra 11 morti. Occorre ricordare che però la Lombardia ha più del doppio degli abitanti di qualsiasi altra regione italiana. Resta l'anomalia di Brescia che continua ad avere tantissime vittime sui luoghi di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

Torna su
BresciaToday è in caricamento