Sindacati e imprenditori: «serve un nuovo Patto Sociale»

Forze imprenditoriali e sindacati bresciani pronti a far gioco di squadra. Questo uno degli elementi emersi, dopo un paio d'ore di confronto, dal 1° tavolo alla Prefettura di Brescia per parlare di un nuovo Patto sociale

Le forze imprenditoriali e i sindacati bresciani sono pronti a far gioco di squadra. Questo uno degli elementi emersi, dopo un paio d'ore di confronto, dal primo tavolo alla Prefettura di Brescia per parlare di un Patto sociale per le imprese e per i lavoratori con istituzioni, associazioni imprenditoriali, rappresentanti del mondo del credito e delle ricerca, sindacati. Si dichiara "molto contenta" e parla di "una seduta positiva" il Prefetto di Brescia, Narcisa Brassesco Pace. Piero Costa, direttore di Aib si dice soddisfatto dell'invito del Prefetto "per assicurare un gioco di squadra al fine di ottenere risultati che siano utili al sistema economico bresciano per quanto compete questioni che a livello locale possono trovare soluzioni".

Indica l'importanza del gioco di squadra anche Francesco Bettoni, presidente della Camera di Commercio, e la necessità di puntare su "produttività e innovazione. Un incontro positivo - ha detto - per creare un clima adatto ad affrontare la sfida dell'internazionalizzazione". E se il Prefetto ha parlato di un 'Modello Brescia', Damiano Galletti, segretario generale della Cgil, ha commentato positivamente il fatto di "mettere intorno a un tavolo tutti i soggetti che possono farci uscire da una crisi mai vista prima" apprezzando "la lettura reale dell'allarme sociale dovuto alla crisi a Brescia, messa al centro del dibattito: istituzioni, credito e ricerca sono tre mondi che possono aiutare a dare prospettive diverse".

D'accordo anche la Uil, che aspetta di capire se da qui "questo patto sociale potrà essere concretizzato", ha commentato Daniele Bailo, mentre Enzo Torri, della Cisl, ha precisato che il tavolo "é un'opportunità che vale la pena cogliere, per fare insieme una sola fotografia della situazione". Positivo si è dichiarato anche Maurizio Casasco, presidente Api, che ha puntato sull'importanza di "riportare a livello territoriale il sistema del credito per favorire le imprese". Prossimo incontro tra due settimane, per fare una sintesi tra le idee e le osservazioni dei protagonisti di oggi al dibattito.

(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

Torna su
BresciaToday è in caricamento