Giovedì, 5 Agosto 2021
Economia San Polo

Le calze bresciane 'volano' in Asia: una commessa da 20 milioni

Il gruppo Lonati sarà fornitore 'ufficiale' dell'Uztex Group, azienda tessile dell'Uzbekistan: prima commessa da 550 macchinari - e 20 milioni di euro - da consegnare entro novembre

Una commessa da oltre 20 milioni di euro per i 'bresciani' della Lonati: la storica azienda produttrice di macchine per il tessile e la calzetteria – fondata ormai più di 60 anni fa – è pronta a trasferire 550 macchinari in Asia, e più precisamente in Uzbekistan, dove a due passi dalla capitale Tashkent il gruppo Uztex Group sta per realizzare un nuovo calzificio.

Calze e affini saranno dunque prodotti in terra uzbeka grazie ai macchinari 'made in Brescia', realizzati su commissione da uno dei più importanti gruppi industriali bresciani, e che a San Polo ha ancora uno stabilimento di oltre 80mila metri quadri, e in cui vengono prodotte ogni anno circa 8000 macchine per il tessile.

Un primo passo da 20 milioni di euro, ed è solo l'inizio. Il gruppo Uztex si sta candidando a diventare leader della produzione nel settore in tutta l'Asia centrale, e avrebbe già 'prenotato' altre 2500 macchine tessili, e per cui la Lonati sarebbe in pole position. La prima consegna degli impianti è intanto prevista per il prossimo novembre.


Circa il 60% dei macchinari prodotti dalla Lonati sono esportati, e in 60 Paesi del mondo: negli ultimi anni “particolare attenzione” - fa sapere proprio l'azienda - “è stata riservata ai mercati emergenti con economie in rapida crescita, come Cina e Turchia”. Senza però “trascurare i tradizionali sbocchi con il Nord e il Sud America, l'Europa e in parte l'Africa”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le calze bresciane 'volano' in Asia: una commessa da 20 milioni

BresciaToday è in caricamento