Iveco, la crisi è senza fine: presto a casa 140 operai

Prosegue il piano di ristrutturazione dell'Iveco di Via Volturno: previsti nel complesso 850 esuberi su circa 2000 operai. Mobilità volontaria (licenziamento collettivo) per 140 lavoratori

Mobilità su base volontaria e con “incentivi all'esodo”: saranno almeno 140 gli operai dell'Iveco di Brescia coinvolti dalla nuova procedura di “licenziamento collettivo” che l'azienda, solo poche ore fa, ha presentato e ufficializzato ai sindacati e ai rappresentanti di fabbrica.

La nuova ondata di licenziamenti fa parte in realtà di un programma annunciato da tempo, che con trasferimenti, esuberi e anche prepensionamenti prevede nel complesso 850 esuberi dallo stabilimento di Via Volturno, su quasi 2000 occupati totali.

Alcuni già trasferiti, altri in contratto di solidarietà fino alla prossima primavera. Mobilità volontaria intanto per 140 operai: l'azienda prevede l'incentivo all'esodo, una sorta di buonuscita, solo a seguito della sottoscrizione di un “verbale di conciliazione individuale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento