Grandine come noci, danni per 200mila euro ai campi bresciani

Una prima stima dei danni alle coltivazioni bresciane provocati dalla notte di grandine e maltempo che dalla Valcamonica ha raggiunto la Franciacorta: il 20% dei vigneti danneggiati, una perdita tra i 150 e i 200mila euro

Sarebbero bastati davvero pochi minuti di grandine intensissime – e di chicchi grandi anche come noci – per provocare danni irreversibili alle colture bresciane. L’epicentro della grandinata nella notte tra domenica e lunedì, con i ‘colpi’ del maltempo che dalla Valcamonica – a Darfo la strada si è tramutata in un fiume in piena – fino alla città, e poi Franciacorta e Bassa.

E proprio nelle zone più coltivate si sarebbero registrati i danni più consistenti. “La grandine – spiegano infatti da Coldiretti, in un comunicato pubblicato anche su RaiNews – è l’avversità climatica più temuta dagli agricoltori in questa stagione, perché provoca danni irreparabili alle coltivazioni, vanificando il lavoro di un anno intero. Sono in corso gli accertamenti nei territori colpiti per verificare la reale entità dei danni”.

Non sarà roba da poco, comunque. Solo nelle zone del bresciano dove in effetti la grandine è caduta, la prima stima infatti si aggira intorno ai 150/200mila euro. Il peggio nella bassa Franciacorta, nelle zone dove si coltivano i vigneti, dove si produce il vino pregiato: pare che tra Palazzolo sull’Oglio e Pontoglio quasi il 20% delle colture a vigneto siano andate completamente distrutte.

L’allarme lanciato da Coldiretti si fa poi nazionale. In tutto il Paese intensi temporali, e chicchi di grandine anche di 3 o 4 centimetri di diametro. Non solo Brescia, dunque: ma danni alle coltivazioni anche in Valsugana, in Val di Fassa, in Sicilia e Calabria.

In provincia l’azienda agricola più colpita è sicuramente la Lavinia di Darfo, di cui non è rimasto praticamente nulla. La grandine ha infatti devastato buona parte delle pregiate colture tra patate e mais ma pure fragole e mirtilli. In tutto almeno 800 piante da piccolo frutto, 30 quintali di patate, 20 di farina di mais, 5 quintali di mirtilli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento