Brescia, il 3° Festival del Lavoro

Al via la 3ª edizione del Festival del lavoro, che si terrà a Brescia dal 21 al 23 giugno. Una tre giorni in cui sarà centrale il tema del lavoro visto da tutti gli angoli di osservazione e che vedrà, la partecipazione di cittadini, lavoratori, imprenditori, giovani, professionisti, disoccupati e universitari.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

industria-2L'obiettivo del Festival «Un nuovo lavoro per un nuovo paese», proprio perché sarà ricco di contenuti scientifici che interessano il grande pubblico, è quello di ridare slancio all'economia, oggi troppo concentrata sul solo contenimento dei danni causati dalla crisi economica e finanziaria.

Al Festival si alterneranno momenti di riflessione e interventi sullo stato attuale del mercato del lavoro con l'obiettivo di far nascere nuove proposte per ammodernare un sistema già molto complesso e poco attento alla competitività. Saranno le 6 sessioni di lavoro che vantano 140 ospiti tra ministri, docenti universitari, professionisti, imprenditori, esperti, prestigiosi moderatori, sindacalisti nazionali, a rendere questo evento nazionale di primaria importanza e destinato a lasciare il segno nel mondo del lavoro italiano.

Per tutti sarà di certo un'occasione unica per acquisire la piena consapevolezza di quanto i consulenti del lavoro siano integrati nella vita economica e sociale dell'Italia, ricoprendo un ruolo importante ed insostituibile. Senza dimenticare che tutte le organizzazioni della categoria (Consiglio nazionale, ente di previdenza, Fondazioni, sindacato) saranno presenti e sarà pertanto possibile conoscerle meglio, porre quesiti, ricevere risposte. Si entrerà nei principali temi dell'attualità del diritto del lavoro, attraverso la mediazione attenta di ottimi relatori, attraverso eventi studiati per risultare interessanti e piacevoli.Ma quali motivi potrebbero spingere chi non è consulente del lavoro a partecipare?

Perché sarà l'occasione per conoscere questa professione, misurare l'entusiasmo, l'attenzione e la determinazione con cui migliaia di professionisti curano preparazione ed aggiornamento, conoscere una versione reale delle principali problematiche legate al lavoro, al fare impresa, alla crescita economica dell'Italia. Ma non solo. Si potrà vedere e ascoltare decine di consulenti del lavoro, provenienti da tutta Italia, che affrontano temi inerenti le proprie aree di eccellenza e immergersi per tre giorni in un contesto vivo e dinamico, per assorbire un po' di quell'energia che tanto è necessaria per affrontare un quotidiano.

Come nelle precedenti edizioni, anche quest'anno le tavole rotonde saranno accompagnate da momenti di cultura in piazza, nel cuore del centro storico della città, attraverso spettacoli teatrali, libri, musica e intrattenimento variegato, divertente e adatto a tutti.

A cornice del Festival del lavoro si terrà anche il concorso Videofotografico «Storie di lavoro», indetto dalla Fondazione Studi del Consiglio nazionale. Un Bando che mira a descrivere, in uno scatto o con un videoclip, ciò che è il lavoro, nelle sue sfaccettature. Il concorso è rivolto a tutti, professionisti e dilettanti possono mandare il proprio elaborato e, per i primi classificati, ci saranno premi in denaro e con riconoscimenti vari. Il termine per inviare gli elaborati scade il 31 maggio e durante il Festival del lavoro saranno esposte le opere. Al termine si terrà la manifestazione di premiazione a cura di una giuria tecnica specializzata.

Tutte le info al sito www.festivaldellavoro.it anche accedendo dal portale www.consulentidellavoro.it.
 

Torna su
BresciaToday è in caricamento