menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi: nel primo trimestre 2012 fatturato del terziario in calo del 9%

Il dato è frutto di un'indagine effettuata da Aib su un panel di circa 50 imprese associate appartenenti al settore

Nel primo trimestre del 2012 il terziario bresciano ha registrato un modesto calo dell’attività, dopo il recupero della rilevazione precedente: nel complesso - secondo un'indagine Aib - il saldo fra coloro che hanno dichiarato variazioni in aumento e in diminuzione del fatturato è infatti negativo (-9%). Le imprese del terziario non sono quindi rimaste immuni nei confronti della delicata fase congiunturale che sta coinvolgendo anche importanti frange del manifatturiero locale.

Per quanto riguarda la segmentazione per comparto di attività, i settori interessati alla flessione nel volume d’affari sono Informatica e attività connesse, Ingegneria, progettazione, collaudi e analisi e Altri servizi; segnali incoraggianti provengono invece dagli operatori attivi nella Contabilità e consulenza amministrativa e gestionale, Pubblicità, marketing e comunicazione.

Nonostante l’elevata incertezza che caratterizza lo scenario a breve, le imprese del terziario bresciano propendono per un aumento del fatturato per il prossimo trimestre, sebbene non vi siano ancora le condizioni per nuovi investimenti e significativi incrementi nella forza lavoro.

L’andamento per settore

Contabilità e consulenza amministrativa e gestionale
Dopo un 2011 piuttosto negativo, il 2012 è iniziato positivamente per gli operatori del comparto. Tuttavia le prospettive a breve sono per una riduzione degli attuali livelli di attività, accompagnati da un deciso aumento della concorrenza.  

Informatica e attività connesse
Le imprese del comparto hanno dichiarato una flessione del fatturato, dopo l’aumento riscontrato nel trimestre precedente; segnali più positivi giungono invece dagli ordini e dalla manodopera. Le aspettative per i prossimi mesi sono moderatamente ottimistiche per quanto riguarda le vendite, gli ordini e la forza lavoro.

Ingegneria, progettazione, collaudi e analisi
Il settore ha registrato un significativo calo del volume d’affari, mentre non si segnalano flessioni per gli investimenti e la manodopera. Le aspettative a breve sono positive per vendite e ordini ma la forza lavoro non dovrebbe registrare variazioni degne di nota.
 
Pubblicità, marketing e comunicazione
Le imprese del settore hanno dichiarato un forte incremento dei livelli di attività, accompagnato da un’analoga dinamica degli investimenti e dell’occupazione; il momento positivo del comparto dovrebbe proseguire anche nei prossimi mesi.

Ricerca, sviluppo e selezione del personale
Gli operatori del settore non evidenziano, per la seconda rilevazione consecutiva, alcuna variazione del fatturato. Notizie poco confortanti provengono invece dagli ordini e dalla forza lavoro. Le prospettive per i prossimi mesi sono positive per quanto riguarda il volume d’affari, negative  per gli investimenti.

Smaltimento rifiuti e disinfestazione
Il comparto si caratterizza, ancora una volta, per lo scarso dinamismo che ha contraddistinto tutte le variabili oggetto d’indagine. Tale tendenza dovrebbe proseguire anche nei prossimi mesi, in cui non si dovrebbero registrare significative variazioni per quanto riguarda l’attività, gli ordini, gli investimenti e l’occupazione.

Altri servizi
Le imprese del settore esprimono un’evoluzione negativa per quanto riguarda il fatturato, gli ordini e l’occupazione. A breve si attende un’ulteriore contrazione  per quanto riguarda il volume d’affari e la forza lavoro.



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento