menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si intascano i soldi dell'azienda e la fanno fallire: in 5 a processo

Andrà in scena il prossimo 29 novembre il processo a carico di amministratori e collegio sindacale della società di costruzioni Samos, che avrebbe chiuso i battenti con un passivo di 6 milioni di euro

Tre di loro sono già in libertà, altri due invece ancora agli arresti domiciliari: attendono però, tutti insieme, il rito abbreviato – fissato per il 29 novembre – sul fallimento e sulla bancarotta della società di costruzioni Samos, a margine di una lunga tranche di indagini, a cura della Guardia di Finanza, che dopo circa due anni si era conclusa lo scorso ottobre.

Un passivo presunto di oltre 6 milioni di euro, e poi bancarotte preferenziali per 1 milione e 500mila euro: sono queste le accuse agli arrestati di allora. In tutto cinque persone, e questi i nomi: su tutti il bresciano Daniele Ravetta, l'amministratore di fatto della società, e oggi ancora ai domiciliari.

Ai domiciliari anche Bruno Chiari ma non Giancarlo Filippini, entrambi considerati gli amministratori “di diritto” della Samos. Con loro risultano indagati anche Corrado Rezzuto, Maurizio Murolo e Aldo Gentile, componenti del collegio sindacale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid bollettino Lombardia 7 maggio: tutti i dati

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento