Economia

Brescia: dall’inizio dell’anno chiuse due aziende al giorno

L'ecatombe delle PMI bresciane: da gennaio ad oggi 69 fallimenti, più di due aziende chiuse al giorno. Lo scorso anno il saldo passivo si chiuse a quota 385 fallimenti

Un’ecatombe, o quasi. Un’intercapedine di fattori e ‘moventi’, che tutti insieme fanno la crisi, quella vera: 24 aziende chiuse a gennaio, 45 chiuse a febbraio. In tutto fanno 69 fallimenti, e in due mesi: rispetto allo stesso periodo dello scorso anno sono ben 14 di più.

A Brescia e Provincia falliscono 2,3 aziende al giorno, almeno dall’inizio dell’anno: quasi il doppio della ‘media’ annuale, lo scorso anno in dodici mesi hanno chiuso 385 imprese, al giorno fanno una e poco più.

Ma con tutte le conseguenze del caso, come il record (in negativo) della disoccupazione tra i lavoratori dipendenti, o la frammentazione dell’offerta aziendale, costrette a ‘giocarsela’ esclusivamente sui bassi salari, e al primo ‘errore’ si chiude i battenti.

I fallimenti di febbraio intanto, arrivano da tutta la provincia: 12 aziende di Brescia, 7 di Chiari, 2 di Bagnolo e una di Castel Mella, e poi Lonato e Rezzato, Lumezzane e Villa Carcina, Esine e Provaglio d’Iseo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: dall’inizio dell’anno chiuse due aziende al giorno

BresciaToday è in caricamento