Economia

Brescia: record disoccupazione. In provincia 300mila poveri

Dati Istat ed Eurostat sulla condizione del lavoro in terra bresciana: disoccupazione da record tocca l'8,4%, dai dati sui redditi emergono 300mila indigenti, molti dei quali "nuovi poveri"

Record storico, ma in negativo, sui dati relativi alla disoccupazione in Provincia di Brescia: secondo il report Istat del 2013 in terra bresciana i disoccupati sarebbero l’8,4% della forza lavoro, 8,1% tra gli uomini e 8,8% tra le donne.

Un dato che contrasta con l’aumento dell’occupazione "assoluta" (rispetto al 2012 17mila occupati in più, 538mila rispetto a 521mila) ma che indica una tendenza comune alle realtà industriali, che tra delocalizzazioni e chiusure più hanno pagato i tempi della crisi: nel 2010 i disoccupati erano poco meno del 6%.

Un allarme ‘diffuso’ e che viene confermato dai più recenti dati Eurostat, resi pubblici sul finire di febbraio: in tutta la provincia si registrerebbero quasi 300mila indigenti, molti dei quali ‘nuovi poveri’.

Anche in questo caso conseguenza diretta del fallimento della politica occupazionale made in Italy: i lavoratori dipendenti italiani, nell’arco degli ultimi 10 anni, hanno perso il 2,9% del valore reale del proprio reddito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: record disoccupazione. In provincia 300mila poveri

BresciaToday è in caricamento