Crisi librerie Feltrinelli: contratto di solidarietà anche per 24 dipendenti bresciani

Sul gruppo pesa un calo delle vendite dovuto al difficile contesto economico. Sindacati soddisfatti: "Esuberi evitati"

La crisi non risparmia le Librerie Feltrinelli. La catena di negozi controllata da Effe 2005, la holding presieduta da Carlo Feltrinelli, ha annunciato di aver raggiunto un accordo con i sindacati per applicare la solidarietà a 1.370 dipendenti. La misura riguarderà anche le librerie bresciane: quella di Corso Zanardelli in città (17 dipendenti) e quella del Centro commerciale Porte Franche ad Erbusco (7 dipendenti)

L'intesa è stata salutata con "soddisfazione" da Cgil, Cisl e Uil in quanto frutto di "un confronto serio e responsabile" in grado di evitare la chiusura di 15 punti vendita (paventata a febbraio dall'azienda) e i conseguenti licenziamenti. La riduzione d'orario, che permetterà di risparmiare 4,3 milioni di euro 'cancellando' 216 mila ore di lavoro, varierà tra un minimo del 2,5% e un massimo del 18% a seconda della tipologia dei 102 negozi interessati e dei rispettivi orari d'apertura.

"La crisi economica e la rivoluzione digitale hanno stravolto negli ultimi anni il mercato dei consumi culturali", e "questa situazione ha determinato per molte aziende del settore, in Italia e all'estero, gravi e dolorose misure straordinarie" ha sottolineato Librerie Feltrinelli annunciando la riduzione d'orario. Nel biennio 2011-2012 le vendite del gruppo, che commercializza non solo libri ma anche dischi, film, videogiochi, sono calate dell'11% (a parità di perimetro) e del 5% nel 2012 mentre "il 2013 si annuncia altrettanto critico".

La società si è detta comunque "fiduciosa che l'impegno" dei soggetti che hanno reso possibile l'accordo, "di natura necessariamente transitoria", "consentirà di superare la difficile fase congiunturale e di proseguire il percorso di sviluppo e innovazione già intrapreso da Librerie Feltrinelli al fine di consolidarne la posizione di leadership nel settore".

Un impegno ribadito nonostante l'ultima operazione del gruppo, l'acquisizione della maggioranza dell'Antica Focacceria di San Francesco, sia stata diretta a diversificare le attività nella ristorazione. Al momento l'unico bilancio disponibile delle Librerie Feltrinelli è quello del 2011, chiuso con una perdita di 1,5 milioni di euro (contro un utile di 942 mila euro nel 2010).

I ricavi da vendite dell'esercizio erano scesi di 704 mila euro a 335,6 milioni anche se, spiega il bilancio, il calo è stato "interamente dovuto" al cambio delle condizioni di vendita delle 'gift box'. "Se le modalità di vendita fossero rimaste invariate" le vendite sarebbero salite a 340,8 milioni, con un aumento di 4,4 milioni sul 2010 (+1,3%). A fine 2011 la rete contava su 106 punti vendita diretti, due in più del 2010, e 10 punti vendita in franchising.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Forti temporali nella notte, allerta meteo anche tra oggi e domani

  • Esce da casa e vaga nella notte per un chilometro: paura per un bimbo, denunciati i genitori

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento