menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Brescia, sede Facoltà Ingegneria

Brescia, sede Facoltà Ingegneria

Brescia, ingegneri: "Serve una semplificazione amministrativa"

Sotto accusa, al primo posto, la mancanza di proporzionalità tra la complessità delle procedure e gli interventi da realizzare

Gli ingegneri italiani sono convinti che la semplificazione amministrativa sia fondamentale per rilanciare le potenzialità imprenditoriali e lo sviluppo del Paese.

È quanto emerge dalla ricerca del centro studi del Consiglio Nazionale Ingegneri "Per il rilancio del Paese: sussidiarietà e semplificazione", presentata durante la prima giornata di lavori del 58° Congresso nazionale degli ordini degli ingegneri d'Italia, in corso a Brescia.

Circa 8.500 ingegneri nel corso dell'ultimo mese hanno risposto alle domande dei ricercatori. Tra i fattori che rendono complesse le procedure, si legge nella sintesi del documento, c'è l'insieme degli adempimenti cui la categoria deve farsi carico per lavorare: più della metà degli ingegneri (54,7%) punta il dito sull'assenza di proporzionalità tra la complessità delle procedure e l'intervento da realizzare.

Un giovane ingegnere su tre
sotto i 10mila euro all'anno

Forse anche per questo il 37,5% chiede l'introduzione di procedure telematiche realmente efficienti. Quasi la metà degli intervistati (40,5%) si è detto ostacolato dalla stratificazione e dalla continua innovazione delle norme e degli adempimenti nel tempo. Quasi il 25%, poi, lamenta l'incertezza sui tempi di conclusione delle procedure. Una situazione definita “drammatica”.

Per la VIA, stando a quanto rilevato dal centro studi del CNI, servono 337 giorni; 333 per l’AIA e l'autorizzazione unica delle fonti rinnovabili; 251 giorni per il VAS. Quanto ai tempi medi per la conclusione delle procedure, è emerso come occorrano 233 giorni per il permesso di costruire, 217 giorni per le opere idrauliche e 205 giorni per il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento