menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cisl Brescia: cambio ai vertici di "scuola" e "funzione pubblica"

Il nuovo Segretario generale della Cisl Scuola di Brescia è Luisa Treccani, 38 anni. Alla funzione pubblica è stato eletto Segretario generale Franco Berardi

Trentotto anni, insegnante di scuola secondaria, già componente della Segreteria, Luisa Treccani è da quest’oggi il nuovo Segretario generale della Cisl Scuola di Brescia. Subentra nell’incarico al dimissionario Enrico Franceschini che continuerà il suo impegno sindacale nella Segreteria regionale della Cisl Scuola.

Luisa Treccani è stata eletta questa mattina nel corso del Consiglio generale che ha visto la partecipazione del Segretario nazionale Francesco Scrima, di quello lombardo Silvio Colombini e del Segretario generale della Cisl bresciana Enzo Torri.

Ringraziando il predecessore per il lungo periodo di lavoro nella categoria e il Consiglio generale per la fiducia che le ha accordato, la neo eletta ha sottolineato che Cisl Scuola è una struttura forte, autorevole e credibile.

Caratteristiche quanto mai necessarie nella situazione di crisi che vive il nostro paese, una crisi che si ripercuote anche sul sistema scolastico e sulla sua possibilità di mettere la formazione al servizio dello sviluppo e della ripresa.

Il Consiglio generale ha anche completato la Segretaria bresciana della Cisl Scuola eleggendo Guido Lazzaroni e riconfermando Battista Alghisi.

Cambio della guardia anche nella Cisl Funzione Pubblica dove il Segretario Angelo Galeazzi, che dal 2000 ricopriva la massima responsabilità nella categoria, ha presentato le dimissioni dall’incarico. Il Consiglio generale ne ha preso atto ed ha eletto Segretario generale Franco Berardi, 50 anni, dipendente dell’Asl, già componente della Segreteria.

In un breve intervento seguito all’elezione, Berardi ha ribadito che il suo obiettivo e quello della Segreteria (che si è completata con l’elezione di Mauro Scaroni e la riconferma di Francesca Magnifico) è quello di contrastare generalizzazione e pregiudizi cresciuti in questi anni attorno ai dipendenti della pubblica amministrazione, affermando che “il lavoro pubblico ha un valore pubblico” e che la sua dignità la si conquista con la lotta agli sprechi e alla corruzione, impegni vincolanti per la Cisl Funzione Pubblica.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento