Dipendenti licenziati con un biglietto appeso sulla porta

Brusco risveglio per i lavoratori del supermercato SuperDì di Viale Duca degli Abruzzi a Brescia: un cartello sulla porta d'ingresso, "chiuso per ristrutturazione". Sono 13 i dipendenti che rimarranno a casa

Brusco risveglio per i lavoratori del supermercato SuperDì di Viale Duca degli Abruzzi a Brescia: sono rimasti senza lavoro. Un cartello all'ingresso: “Chiuso per ristrutturazione”. Questo quanto riferito dalla proprietà ai clienti abituali: ma nessuna ristrutturazione in vista, la scelta è quella di chiudere i battenti.

In tutto sono 13 i dipendenti del supermercato che rimarranno a casa. Quattro di loro erano stati assunti dopo la chiusura della Standa. Niente ammortizzatori sociali, nemmeno: ma solo la Naspi, l'indennità di disoccupazione, e solo per 24 mesi. 

Il motivo? La SuperDì è una piccola srl, nonostante abbia aperto il primo punto vendita nel 1994 e ora vanti una quarantina di supermercati in tutto il Nord Italia, in Lombardia, Piemonte e Liguria. L'unica certezza: 13 lavoratori a casa. Tutti a casa.

Ai sindacati è stata comunicata la scelta di chiudere la struttura di Viale Duca degli Abruzzi, e dunque licenziamenti inevitabili. La Fisascat-Cisl annuncia battaglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento