"Affitto troppo alto": il Buonissimo Store rischia di chiudere

L'allarme lanciato dal gestore Tommaso Martini: troppe spese e troppo affitto, il Buonissimo Store di Corso Mameli rischia la chiusura. In 'ballo' anche una decina di dipendenti

Il Buonissimo Store di Corso Mameli a rischio chiusura. Lo scrive il Corriere Brescia: affitto troppo alto, clienti non sempre numerosi, investimenti mai rientrati e mutuo da pagare. Troppe cose tutte insieme: e oltre alla proprietà rischiano anche i dipendenti, in tutto una decina. E' già partita una raccolta firme.

Pare abbiano firmato già a centinaia, tra clienti e passanti. Il gestore di Buonissimo, Tommaso Martini, chiede al 'padrone di casa' – Brescia Infrastrutture – uno sconto consistente sull'affitto, ad oggi di circa 12mila euro più Iva a cui si aggiungono gli una tantum da 70mila euro una tantum.

Altra richiesta: 1 milione di euro come “riconoscimento del restauro del palazzo”. Recuperato nel 2010, spiega ancora Martini sul Corriere, con un investimento di 1 milione e mezzo. Poi le attrezzature, gli arredi: in tutto “la fattura arriva a 3 milioni, non riusciamo a pagare il mutuo”.

Un'ipotesi? Utilizzare solo due dei quattro piani oggi 'occupati', per risparmiare sulle spese. A Buonissimo c'è di tutto: un supermercato, un reparto gourmet, un bar e una libreria. Presto potrebbe non esserci più niente. Sembra intanto che a Brescia Infrastrutture l'affitto non venga corrisposto addirittura dal gennaio del 2014: via libera alla moratoria (di un anno e mezzo), poi una fidejussione da 287mila euro. Ma è scaduta il 30 giugno: e adesso il tempo stringe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento