Economia San Bartolomeo / Via Triumplina

Dalle cucine all'arredo di lusso: dopo 70 anni chiude Cherubini

Depositata in Tribunale l'instanza di fallimento: dopo quasi 70 anni di attività a Brescia chiude Cherubini. Era nata come falegnameria familiare, negli anni '40: poi il boom, infine la crisi

Un'altra azienda bresciana chiude i battenti, dopo quasi 70 anni di attività. Un altro fallimento: la sentenza è già stata depositata in Tribunale. Questa volta è toccata alla Cherubini Project, un must dell'arredamento e del design d'interni, nata addirittura nella seconda metà degli anni '40 come piccola azienda familiare. Era una falegnameria.

Con il passare del tempo l'impresa si era fatta grande, espandendosi anche in altri settori: acquisizioni, contratti importanti. Dal negozio in senso stretto alla nautica: di tutto un po'. Specializzandosi poi negli anni con 'Project', la sua ultima e completa denominazione.

Cherubini anche in provincia ha progettato e realizzato parecchio, in molti casi legati al brand del lusso. Qualche esempio: il Bedussi Cafè, il Miramonti L'Altro di Concesio, negozi come G&B di Flero, o Fasoli. Ma aveva allestito spazi a Milano e Catania, perfino a Mikonos.

La sede legale era in Via Maddalena, a Nave, lo storico showroom sulla Triumplina: ma ora il destino è segnato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle cucine all'arredo di lusso: dopo 70 anni chiude Cherubini

BresciaToday è in caricamento