Fine di un'epoca: giù le serrande di Carnevali

La società è in liquidazione da fine settembre, da sabato 4 novembre lo storico grande negozio cittadino - e tutti gli altri punti vendita - è chiuso. Fine di una storia durata quasi 80 anni.

Quando ormai la crisi economica, dopo quasi dieci anni, sembra mordere un po' meno, giunge al capolinea uno dei più conosciuti marchi bresciani dell'abbigliamento, Carnevali. La notizia agli oltre cento dipendenti del gruppo è stata data solo nel tardo pomeriggio di ieri, come riportato dal Giornale di Brescia.  

L'azienda ha radici profonde, che risalgono addirittura al 1940. Dopo decenni di espansione, e di ottimi affari, gli ultimi anni sono stati difficili, con crolli verticali del fatturato, diminuito di oltre tre volte, dai 43 milioni di euro del 2011 ai circa 17 milioni dello scorso anno. Dagli ultimi accertamenti finanziari erano emersi debiti per oltre 40 milioni di euro. 

La procedura fallimentare è stata affidata al professionista Ferruccio Gasparini, chiamato a liquidare la Carnevali spa, controllata al 100% dalla Gruppo Bani Carnevali dei fratelli Federico e Francesco Bani. Gli ultimi negozi rimasti aperti (dopo la chiusura di Arcore e Bellinzago) erano quelli di via Cefalonia a Brescia, del centro commerciale Il Leone di Lonato, delle Porte Franche di Erbusco e di Curno, in provincia di Bergamo. I fratelli Bani solo un anno fa, a dicembre 2016, tentarono la strada del concordato preventivo, ma a settembre 2017 anche l'ultima speranza di tenere in vita il gruppo, e salavare il lavoro di 100 dipendenti, è svanita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento