La birra Wührer rinasce ad Orzinuovi: "In memoria di papà"

Federico Wührer e la sua fabbrica di birra artigianale a Orzinuovi, la WCesar: il tributo alla famiglia che per prima inaugurò una fabbrica di birra in Italia. Il marchio bresciano venne venduto alla Peroni negli anni '80

Uno storico manifesto della Wührer bresciana

La Wührer è la più antica fabbrica di birra italiana, fondata a Brescia nel 1829 da Franz Xaver Wührer. Ne sono passati di anni, ne sono successe di cose: e il noto marchio in fondo è pure cresciuto, acquistato dalla Peroni agli inizi degli anni ’80.

Operazione nostalgia, a cura del pronipote dello storico fondatore. Ma che allo stesso tempo vuole ricordare il nonno Pietro, e il papà Cesare, riproponendo una produzione artigianale che tenta di riscoprire le antiche tradizioni.

Ci proverà Federico Wührer, il pronipote, nipote e figlio di cui sopra. Lavorando in un piccolo laboratorio in quel di Orzinuovi, e proponendo alla vendita la sua birra fatta (quasi) in casa con la denominazione WCesar. Da interpretare come “Viva Cesare”, proprio in ricordo del babbo.

Cesare Wührer è infatti scomparso nel 2010: “La mia famiglia ha venduto birra per 160 anni – racconta Federico –  Non volevo saltare una generazione e dopo la morte di mio padre mi sono lanciato in questa avventura tutta artigianale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento