Sabato, 16 Ottobre 2021
Economia Centro / Via Trieste, 7

Viselli chiude e va in pensione, questa volta per davvero

Giù la serranda del "Gin Bar", presto aprirà il "Sottoportico", locale in stile veneziano aperto da mattina a sera.

L'inventore del celebre "Sciampagnone" lascia l'attività e si appresta a godere il meritato riposo. Da alcuni giorni Beppe Viselli non si reca più nel locale di via Trieste, già chiuso in attesa della nuova gestione. Non è la prima volta che il mitico barista dice di voler smettere di lavorare, ma a 86 anni potrebbe essere quella buona. 

Dopo una vita intera trascorsa dietro al bancone del bar, l'istrionico Beppe nelle scorse settimane ha ufficialmente lasciato il locale ai nuovi gestori, Marco Dodesini e Gigi Pasini, già in affari in città in diversi esercizi, tra i quali il Mon Petit Bistrot, il Granaio di piazzale Arnaldo e la catena Schiaccia. La vita del "Gin bar", aperto a settembre 2016, è durata relativamente poco. 

L'idea per il nuovo "Sottoportico" è quella di farlo diventare un locale dal sapore quasi veneziano, dove servire colazioni la mattina, tramezzini e "cicchetti" tutto il giorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viselli chiude e va in pensione, questa volta per davvero

BresciaToday è in caricamento