Economia

Dalla crisi alla rinascita: la IBB riparte dal lusso e torna a crescere

La storica azienda di Bedizzole, specializzata nella produzione di accessori per bagno e cucina, riparte dall'export e da prodotti sempre più di lusso. Nel 2018 assumerà in organico altre 5 persone

I tempi duri della crisi e del concordato sembrano ormai alle spalle: la IBB di Bedizzole è ripartita puntando tutto su prodotti sempre più raffinati e sui mercati esteri. Negli ultimi due anni il fatturato dell' azienda, che da oltre 40 anni crea accessori per bagno e cucina, è tornato a crescere, tanto che nel 2018 sono previste 5 nuovi assunzioni. 

Il fatturato dell'azienda, fondata nel lontano 1974 da Giacomo Bonomi, è passato dai 6,6 milioni di euro del 2016 ai 7,4 del 2017; mentre per l'anno in corso l'impresa punta a raggiungerà quota 8 milioni.

Solo 3 anni fa, scrive il Giornale di Brescia, la IBB aveva siglato il concordato preventivo e avviato un percorso di profonda ristrutturazione, che aveva accompagnato alla pensione e all'esodo ben 47 dipendenti.  Nel contempo l'impresa aveva deciso di puntare tutto sulla fascia medio-alta della sua produzione: una strategia vincente, che ha dato i frutti sperati.

Oltre 30 le linee prodotte dall'azienda - oggi guidata da Bortolo Bonomi, figlio del fondatore - tra cui spiccano quelle realizzate con i cristalli Swaroski e i vetri di Murano. A fare da traino alla ripresa ci ha pensato il mercato estero: la quota estero vale il 50% del business ed è destinata a crescere. Ai mercati americani e dell'Est si aggiungeranno presto quelli asiatici. 

L'azienda bresciana sarà protagonista anche al Salone del Mobile: grazie alla collaborazione con Listone Giordano e Inkiostro Bianco, gli accessori IBB saranno inseriti nella nuova linea di rivestimenti d’arredo "Lineadeko". Al FuoriSalone la IBB presenta una nuova collezione di accessori da bagno, fabbricati con materiali di lusso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla crisi alla rinascita: la IBB riparte dal lusso e torna a crescere

BresciaToday è in caricamento