Economia

Agfa Manerbio, sindacati sentiti in Regione Lombardia

Il presidente della commissione Attività produttive: "Non si può escludere l'intervento anche del ministero dello Sviluppo economico"

Trovare delle alternative, come la riconversione, alla chiusura dello stabilimento dell'Agfa di Manerbio (Brescia), che rischia di mettere in cassa integrazione 115 dipendenti. Questo è stato l'argomento dell'audizione delle rsu dell'azienda alla commissione Attività produttive del Consiglio regionale della Lombardia.

Inoltre in commissione le rappresentanze sindacali hanno ricordato che "l’Agfa vanta commesse per oltre 20 milioni di euro proprio da parte della Regione per forniture ai principali ospedali lombardi", e questo potrebbe dare più peso all’ente durante la trattativa con l’azienda.

Manerbio, chiusura Agfa:
a rischio le famiglie di 123 dipendenti

Il presidente della commissione, Angelo Ciocca (Lega) ha annunciato "la convocazione dovuta per legge delle parti per la cassa integrazione straordinaria entro il termine del 2 agosto, la proposta di alternative percorribili e l'incontro con i vertici aziendali".

Il presidente della commissione ha anche aggiunto che ''non si può escludere l'intervento anche del ministero dello Sviluppo economico'' e ha annunciato di aver costituto un 'pool' di consiglieri per tenere alta l’attenzione sulla vertenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agfa Manerbio, sindacati sentiti in Regione Lombardia

BresciaToday è in caricamento