Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Debito da 900mila euro per l'azienda pubblica: 10 indagati

Sono almeno 10 gli avvisi di garanzia per ex amministratori ed ex componenti del cda del consorzio Garda Formazione di Toscolano Maderno. Venne aperto nel 2001 da Comune e Comunità Montana

Trovava posto a Palazzo Cremonese, Toscolano Maderno. Si chiamava Garda Formazione: un consorzio a cui partecipavano (come soci unici) il Comune e la Comunità Montana dell'Alto Garda. Fondato nel 2001, poi sciolto nel 2013 e infine dichiarato fallito un anno più tardi: all'appello, ma non sono tutti i debiti accertati, mancherebbero quasi 900mila euro. 

Sarebbe questa la perdita accumulata dal 2008 alla data del fallimento: lo scrive BresciaOggi. Le indagini preliminari si sono appena concluse, e hanno portato a dieci avvisi di garanzia, per altrettanti ex amministratori ed ex componenti del cda del consorzio.

Sono accusati di bancarotta e di vari "reati fallimentari", tra cui la dissipazione di fondi (appunto, per quasi 900mila euro) e la distruzione e sottrazione di scritture contabili. Non solo: secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, ci sarebbe stata una volontà "aggravante".

In altre parole, il dissesto prossimo e venturo lo si sarebbe potuto immaginare. Il consorzio Garda Formazione infatti, che occupava 12 dipendenti fissi più vari collaboratori esterni, sarebbe stato in "rosso" quasi perenne fin dal 2008.

Nato nel 2001, lavorava nel campo della formazione professionale e dei servizi alla persona. A sciogliere la società fu il sindaco Delia Castellini, nel 2013. Costretta a fare lo stesso anche nel novembre scorso, con la Società Municipalizzata Gardesana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Debito da 900mila euro per l'azienda pubblica: 10 indagati

BresciaToday è in caricamento