rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Economia Ospitaletto

Sabaf vola in Borsa: +136%. In 9 mesi 113 milioni di euro di fatturato

Numeri da record per la Sabaf di Ospitaletto, multinazionale bresciana specializzata nella produzione di bruciatori a gas: nel 2017 è cresciuta in Borsa del 136%

La Sabaf è acronimo di Saleri Battista e Figli, fondata nel 1950 a Lumezzane da Giuseppe Saleri: l'azienda produce rubinetti sanitari, rubinetti per l'erogazione del gas e ricambi di autoveicoli. Con il passare degli anni la Sabaf decide di concentrare la produzione sulla rubinetteria a gas, sfruttando l'onda lunga del boom economico italiano degli anni '50 e '60.

Negli anni '70 è già tempo della prima svolta tecnologia, nell'ottica di una continua specializzazione. Negli anni '80 l'azienda brevetta un nuovo bruciatore a gas che permette di rivoluzione la produzione degli apparecchi di cottura, guadagnandosi ancora altre fette di un mercato in continua crescita.

Gli anni successivi danno il via all'inarrestabile internazionalizzazione del gruppo, ad oggi una multinazionale a tutti gli effetti, con più di 800 dipendenti. Nel 2002 la Sabaf dalla storica sede di Lumezzane si trasferisce a Ospitaletto. Nel 1998 era stata intanto quotata alla Borsa di Milano con la sigla Sab, dal 2001 fa parte del segmento Star per i titoli con alti requisiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabaf vola in Borsa: +136%. In 9 mesi 113 milioni di euro di fatturato

BresciaToday è in caricamento