Debiti per oltre 50 milioni di euro: crisi durissima per la Metalli Capra

La Raffineria Metalli Capra di Castelmella alle prese con la crisi più difficile della sua storia: 56 milioni di euro di debiti e quattro istanze di fallimento, si va verso il concordato preventivo

Raffineria Metalli Capra di Castelmella

Due piccoli “giganti” nel panorama dell'acciaio bresciano: i due stabilimenti produttivi, appunto a Castelmella e Montirone, si sviluppano in un'area complessiva di 135mila metri quadrati, di cui ben 50mila coperti. Presto per dire cosa succederà: negli ultimi mesi sarebbe comunque stata avviata una trattativa con alcuni investitori stranieri.

I capitali esteri potrebbero subentrare ai capitali bresciani in crisi, insomma potrebbero essere pronti a rilevare la storica azienda, in pista ormai da più di 70 anni. Sono stati resi noti anche i numeri ufficiali del bilancio relativo al 2016.

La Metalli Capra ha chiuso con un fatturato vicino ai 105 milioni di euro, un margine operativo lordo di 439mila euro e una perdita di “soli” 2 milioni e mezzo di euro. Come una spada di Damocle però ci sono i debiti: in tutto sarebbero quasi 56 milioni, e di questi più di 29 con le banche. Operai e sindacati sono già in allerta.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento