Debiti per oltre 50 milioni di euro: crisi durissima per la Metalli Capra

La Raffineria Metalli Capra di Castelmella alle prese con la crisi più difficile della sua storia: 56 milioni di euro di debiti e quattro istanze di fallimento, si va verso il concordato preventivo

Raffineria Metalli Capra di Castelmella

Un'altra storica azienda bresciana in piena crisi: come scrive il Giornale di Brescia, la Raffineria Metalli Capra di Castelmella (ma con uno stabilimento anche a Montirone) a breve dovrebbe presentare richiesta in tribunale per l'avvio di una procedura di concordato preventivo. Negli ultimi giorni sarebbe stata poi depositata una nuova istanza di fallimento (la quarta) da parte di un fornitore.

Adesso qualcosa scriocchiola, ma scricchiola davvero: pare infatti che per la prima volta si stiano registrando dei ritardi nel pagamento degli stipendi. La Metalli Capra, nei due stabilimenti bresciani, occupa in tutto più di 120 dipendenti.

Una storia che comincia da lontano: l'azienda opera dal 1947 nel settore dell'alluminio secondario producendo pani di alluminio in lega per processi di pressofusione, pressocolata e leghe semiprimaria per fusioni in conchiglia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Cade dalla bicicletta e cerca di aiutarlo: il cane gli strappa via il naso

Torna su
BresciaToday è in caricamento