Economia

Foodracers sbarca a Brescia, stringendo accordi con i locali più rinomati della città

La startup, già attiva in 16 città, è l'unica realtà italiana di food delivery con una rete di racers selezionati che garantiscono consegne in tempi brevissimi e senza maggiorazione

Foodracers è una piattaforma online di "food delivery" che mette in relazione l’utente che vuole ricevere a casa o in ufficio i piatti del proprio ristorante preferito con una rete di Racers, persone selezionate a livello nazionale, che si rendono disponibili nel loro tempo libero, senza vincoli di turni, per effettuare il servizio di consegna. Foodracers mira a creare un’offerta di alta qualità per il cittadino che finalmente potrà ricevere a casa i piatti dei ristoranti più rinomati della sua città, senza variazione dei prezzi. Foodracers è attiva da gennaio ed è stata subito inserita da Apple tra le migliori registrando oltre 7.000 download solamente nei primi giorni.

La startup, fondata da Andrea Carturan, è ora attiva a Brescia dopo aver selezionato i migliori ristoranti che hanno colto al volo l’opportunità di implementare il loro giro d’affari, senza alcun costo fisso e affidando a Foodracers ogni aspetto legato alla consegna.

Così, mentre a Milano Uber lancia il proprio servizio di food delivery, Brescia risponde con Foodracers, a dimostrazione del fatto che l'azienda è attenta a coprire tutte le realtà locali e le città italiane.

I cittadini di Brescia potranno quindi ordinare direttamente a casa loro, potendo scegliere tra i menù dei locali che hanno già aderito a Foodracers: oltre alle catene Old Willd West, Wiener Haus (sia Freccia Rossa che Chiesa Nuova) e Roadhouse, anche il ristorante giapponese Fuji, il japan fusion di Hikari, gli hamburger e le sfiziosità di Polpa Burger e Quei Bravi Ragazzi, il Galloway coi rinomati galletti, le piadine del Punto Fermo, la pizza napoletana di Manuno, il gelato della Gelateria Imperiale e ancora Zio's Pizza. Sono già 20 i racers pronti a far partire il servizio.

Il funzionamento del servizio è semplice: una volta selezionata la zona di consegna sul sito foodracers.com o dall’App, si può scegliere dal menu online dei ristoranti serviti nei dintorni ed effettuare l’ordine, tramite smartphone, tablet o pc, che viene notificato istantaneamente ai Racers in quel momento disponibili. Il cliente ha poi la possibilità di lasciare un feedback sul servizio ricevuto garantendo un elevato standard delle prestazioni e responsabilizzando i Racers che ricevono un rating in base al quale verranno scelti per effettuare le consegne.

Servizi di delivery on demand sono sempre più diffusi nelle grandi metropoli, ma nella maggior parte dei capoluoghi italiani mancano quasi totalmente, per questo Foodracers sceglie queste piazze come proprio mercato e le risposte sono positive dato che grandi catene di ristorazione come Roadhouse Grill e BEFeD hanno già  stretto con Foodracers rapporti di collaborazione a livello nazionale.

Il rapporto di convenzione in esclusiva instaurato coi ristoratori rappresenta senz’altro un punto di forza di Foodracers rispetto ai competitor che permette di non aumentare i prezzi al cliente, salvo un piccolo contributo di consegna che verrà trattenuto dal Racer.

Le città su cui è già attivo Foodracers sono: Bologna, Brescia, Ferrara, Jesolo, Mestre, Padova, Parma, Pavia, Piacenza, Pordenone, Reggio Emilia, San Donà di Piave, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Vicenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foodracers sbarca a Brescia, stringendo accordi con i locali più rinomati della città

BresciaToday è in caricamento