Economia

Crisi e fallimenti, si vende: a Brescia affari per 112 milioni

Aste giudiziarie a Brescia: a febbraio si vendono 600 lotti per la bellezza di 112 milioni di euro. Gli affari più ghiotti: una concessionaria a Torbole, il complesso di Montecampione

Signore e signori, si vende: e al tempo della crisi - per chi può permetterselo - anche in provincia gli affari sono ghiotti. Conto alla rovescia: a febbraio sono due le aste giudiziarie dell'associazione notarile legata alle procedure esecutive, sul 'piatto' in tutto si vendono - e si svendono - la bellezza di 600 lotti, valore complessivo di 112 milioni di euro. Le date da segnarsi sul calendario: il 12 e il 26 febbraio.

Calcolatrice alla mano: gli incanti sono davvero milionari. Su tutti stravince una concessionaria di Torbole Casaglia, all'incrocio tra Statale e Provinciale: uffici, magazzino, capannone. Base d'asta di 3 milioni e 200mila euro. Assai ghiotto anche il 'piatto' di Montecampione: gli strascichi del clamoroso fallimento valgono ancora poco meno di 2 milioni e 800mila euro, il pacchetto completo comprende box auto, area commerciale, campo di bocce, perfino un palazzetto dello sport.

In ordine sparso: a Cazzago San Martino un capannone vale 2 milioni e mezzo, ad Angolo Terme addirittura un albergo, ormai da ristrutturare, a poco più di 2 milioni e 300mila. Affari immobiliari: la cascina Madergnago di Desenzano del Garda e' una struttura da 11 unità immobiliari, sarà messa all'asta per poco più di 2 milioni.

Ma ci sono appartamenti ad Adro - un blocco da 6 a 2.3 milioni - un complesso residenziale in città, in via Balestrieri, offerte da 1.7 milioni di euro, perfino una villa a Nigoline di Corte Franca, in vendita a 1 milione e mezzo. Vale 1 milione anche il complesso di via Palazzina a Pontevico, con 18 appartamenti e 20 garage.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi e fallimenti, si vende: a Brescia affari per 112 milioni

BresciaToday è in caricamento