Economia Gambara

Passivo da 27 milioni di euro, azienda in concordato: 200 operaie a rischio

Concordato preventivo per la Boglioli Spa di Gambara, fondata nel 1973: la proprietà sarebbe pronta ad accettare l’offerta del fondo spagnolo Phi Industrial Acquisition. Sono 200 gli operai a rischio

Futuro incerto per 200 operai (in maggioranza donne) alla Boglioli Spa di Gambara: dal 9 febbraio scorso sono tutti in cassa integrazione straordinaria, in questi giorni la società ha firmato il concordato preventivo in Tribunale. Il passivo concordato è di 27,2 milioni di euro, a fronte di un “buco” che pareva vicino ai 40, il piano di rientro prevede un fabbisogno di poco superiore ai 10 milioni e mezzo.

L’azienda bresciana è stata fondata nel 1973, specializzata nella confezione in serie di abbigliamento esterno e nota in tutta Italia, con una filiale aperta anche a Milano, la “capitale della moda”. Da una decina d’anni è controllata dal fondo Wise Sgr.

Il concordato preventivo fa parte del piano di rilancio, con la vendita già annunciata della società (per il 98% del capitale aziendale) al fondo spagnolo Phi Industrial Acquisition, con offerta vincolante presentata ancora nel maggio scorso

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passivo da 27 milioni di euro, azienda in concordato: 200 operaie a rischio

BresciaToday è in caricamento