Oli bresciani tra i migliori d'Italia: la nuova guida del Gambero Rosso

Ci sono tanti bresciani, dal lago di Garda e dal lago d’Iseo, tra i migliori produttori di olio di tutta Italia: le prime anticipazioni della guida 2018 del Gambero Rosso

Ci sono anche tanti oli bresciani, del lago d’Iseo e del lago di Garda, sulla nuova guida Oli d’Italia del Gambero Rosso, che verrà presentata ufficialmente nel corso di Sol&Agrifood, la rassegna internazionale dell’agroalimentare di qualità in scena come sempre a Verona in contemporanea con Vinitaly, al via il 15 aprile prossimo.

La guida è stata realizzata in collaborazione con Unaprol, l’Unione nazionale dei produttori di olive nata nel lontano 1966, ormai più di mezzo secolo fa: all’interno del prezioso volume sono citate ben 476 aziende di tutta Italia, con 743 oli recensiti, 20 premi speciali, 1500 indirizzi per mangiare, comprare e dormire nei dintorni delle aziende olearie.

Tanti bresciani, dicevamo, anche tra quelli che si sono meritati i riconoscimenti più ambiti. Per quanto riguarda le Tre Foglie, il massimo del punteggio, sono solo quattro gli oli lombardi in graduatoria: due dal lago di Lecco, poi il Monocultivar Casaliva di Comincioli (Puegnago) e il Nepos Monocultivar Sbresa di Maurizio Ribola, da Montisola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

Torna su
BresciaToday è in caricamento