Cronaca

Denunciano i cacciatori, qualcuno taglia le gomme all'auto degli ambientalisti

Un solo episodio di ostilità, fanno sapere dal WWF, quando in autunno sono state tagliate le gomme di un’auto: in tutto l’anno denunciati 52 cacciatori bresciani

A pochi giorni dal Natale denunciati tre cacciatori bresciani: sono stati sorpresi a Gottolengo il 22 dicembre scorso, beccati dopo aver appena concluso una strage di uccelli protetti (11 pettirossi, 5 tottaville e 2 fringuelli). E’ solo l’ultimo intervento nel corso del 2019 da parte delle Guardie venatorie del WWF, la nota associazione ambientalista: il bilancio è di 45 cacciatori denunciati per attività di bracconaggio in provincia di Brescia, e altri 7 cacciatori bresciani denunciati nelle province di Pavia e di Lodi.

Nel corso dell’anno sono stati recuperati decine di uccelli proibiti appartenenti a ben 17 diverse specie protette, e sequestrati 36 richiami acustici vietati, “onnipresenti – si legge in una nota – soprattutto nella caccia vagante ai piccoli uccelli e negli appostamenti temporanei all’allodola”. Oltre alle varie violazioni penali riscontrate, sono stati redatti anche numerosi verbali amministrativi, per un totale di 6.742 euro.

Gomme tagliate sul lago di Garda

Da segnalare un solo episodio di ostilità nei confronti delle guardie venatorie del WWF: si è verificato lo scorso ottobre in territorio di Desenzano del Garda, quando alla vettura di servizio sono state tagliate le gomme. “Casi del genere si verificano ogni anno – spiega Antonio Delle Monache, coordinatore delle Guardie WWF della Lombardia – ma restano episodi isolati. Ogni genere di violenza va comunque condannato, da qualsiasi parte giunga. Così come il danneggiamento avvenuto anche quest’anno ai capanni di caccia, e l’odiosa lettera di minacce al consigliere regionale Barbara Mazzali”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciano i cacciatori, qualcuno taglia le gomme all'auto degli ambientalisti

BresciaToday è in caricamento