menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Si allontana dal posto di lavoro, i colleghi danno l’allarme: operaio trovato morto

La tragedia nella prima mattinata di giovedì: il corpo senza vita del lavoratore, un 47enne, è stato trovato nel fiume Chiese

Un operaio di 47 anni è stato trovato senza vita nelle acque del fiume Chiese, a Vobarno. La drammatica scoperta verso le 8 di giovedì mattina, nella zona di via Provinciale. Le ricerche disperate dell’uomo erano scattate di prima mattina, quando i colleghi si erano presentati in azienda per il primo turno e avevano notato l’assenza del lavoratore.

Visionando le immagini delle telecamere interne della ditta, situata al confine tra Roè Volciano e Villanuova sul Clisi, avevano notato degli strani movimenti da parte del collega e, preoccupati, si erano immediatamente rivolti ai Carabinieri. Il timore, tragicamente confermato poco più tardi, era che il 47enne si fosse gettato nelle acque del fiume Chiuse.

I militari, e i Vigili del Fuoco, hanno quindi passato al setaccio il corso d’acqua, trovando il corpo senza vita dell’uomo a una manciata di chilometri dall’azienda: trascinato forse dalla corrente, è stato avvistato lungo via Provinciale in Collio. Le operazioni di recupero e di riconoscimento della salma sono tutt’ora in corso, così come le indagini sull’accaduto.

I carabinieri di Salò avrebbero escluso l’eventuale responsabilità di terze persone: l’ipotesi più accreditata, al momento, è quella del drammatico gesto estremo. Pare che il 47enne soffrisse da tempo di una grave forma di depressione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento