menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzino spruzza spray urticante in corridoio, panico alle superiori: 15 intossicati

L'episodio mercoledì mattina. Sul posto carabinieri, ambulanze e vigili del fuoco

Mattinata di caos alle scuole superiori: durante la ricreazione, un alunno di 17 anni ha azionato una bomboletta di spray al peperoncino nel corridoio dell'istituto, a poca distanza dalle macchinette che distribuiscono bevande e merendine. La sostanza urticante si sarebbe velocemente diffusa, provocando fastidiose e dolorose reazioni ad alcuni studenti presenti.

Tutto è accaduto, attorno alle 11, all'istituto d'istruzione Giacomo Perlasca di Vobarno: il personale della scuola ha immediatamente allertato il 112 e sul posto si precipitate diverse ambulanze, i vigili del fuoco, e i carabinieri, che hanno ricostruito l'accaduto.  Si tratterebbe di una 'bravata': un ragazzino si sarebbe presentato a scuola con una bomboletta di spray urticante, che avrebbe estratto durante la ricreazione, spruzzandola nei corridoi, colmi di studenti, credendo di fare uno scherzo.

Non poteva immaginare gli effetti immediati, né tanto meno le conseguenze. Attimi di vero panico, colpi di tosse diffusi e una ‘fuga’ generale, onde evitare di essere ‘colpiti’ dalla sostanza irritante. Un quindicina, in tutto, gli studenti rimasti intossicati, due dei quali faticavano addirittura a respirare.

Nessuna grave conseguenza, per fortuna: gli alunni che lamentavano bruciori alle prime vie respiratorie, tutti tra i 14 e i 15 anni, sono stati medicati sul sul posto dai sanitari del 118 e poi trasportati in ospedale, a Gavardo, per le analisi del caso. Ancora da accertare in che modo il giovane alunno si sia procurato lo spray.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento