Cronaca

Caffè 'corretto' cocaina: nei guai barista di Vobarno

M.R. - giovane di 31 anni - era da tempo sorvegliato dai carabinieri. Travate nel locale 14 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 10 grammi

I carabinieri del Nucleo operativo di Salò hanno arrestato un barista 31enne di Vobarno, M.R. le iniziali, accusato di spacciare cocaina da dietro il bancone del suo locale.

L'uomo era da tempo tenuto sotto osservazione dalle forze dell'ordine, attirati da un gruppetti di clienti sospetti. Con il supporto dei colleghi della stazione di Vobarno, hanno effettuato diversi controlli in borghese, fino a quando non si è deciso - nel corso della giornata di martedì - di far intervenire l'unità cinofila antidroga dei carabinieri di Casatenovo.

I cani hanno permesso di recuperare 14 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 10 grammi e un valore di mercato di circa 900 euro. Il 31enne è stato arrestato, provvedimento poi convalidato dal giudice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caffè 'corretto' cocaina: nei guai barista di Vobarno

BresciaToday è in caricamento