rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

È morto Vito Cremasco: Brescia piange la sua 'mascotte'

Vito Cremasco si è spento nei giorni scorsi in un letto dell'ospedale Città di Brescia: aveva 65 anni. In città lo conoscevano tutti, decine i messaggi d'addio lasciati su Facebook

Viveva ai margini della società, ma si era ritagliato un posto nel cuore di quasi tutti i bresciani, tanto che la notizia della sua scomparsa è diventata virale sui social. Vito Cremasco - meglio conosciuto con il soprannome 'Tiger Woods'- se n'è andato in un letto dell'ospedale Città di Brescia, vinto da una malattia. Aveva 65 anni.

La notizia della sua scomparsa è circolata rapidamente su Facebook: il suo indiscusso savoir faire nel chiedere l'elemosina e i suo comizi pubblici lo avevano infatti reso un personaggio molto conosciuto in città. Da tempo non lo si vedeva più in giro, giovedì la conferma della sua morte.

Il suo volto, sempre sorridente nonostante le evidenti difficoltà, e il suo modo di fare sopra le righe, ma vai invadente o sgarbato, sono rimasti impressi nella memoria dei tanti bresciani che, almeno una volta, lo hanno incontrato per le vie del centro, in metropolitana, in stazione.

Originario di Buffalora, aveva lavorato per anni sulle navi da crociera, come barista, e sapeva come preparare ogni tipo di cocktail. Una volta tornato a casa, nella sua Brescia, aveva trascorso periodi difficili, finendo poi a vivere per strada. I bresciani lo avevano adottato: sono decine i video che circolano in rete dei 'comizi' tenuti da Vito in ogni dove, tanto che su Youtube ha un canale ufficiale. 

Tanti anche i messaggi, i ricordi e le testimonianze lasciate sui Facebook. "Con te se ne va un'immagine di Brescia" scrive Giacomo. "Addio, caro mitico Vito: resterai sempre nei nostri cuori" aggiunge Massimo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto Vito Cremasco: Brescia piange la sua 'mascotte'

BresciaToday è in caricamento