Cronaca

Rapinatore torna sul luogo del delitto, ad attenderlo ci sono i Carabinieri

Dopo averla rapinata una prima volta, è tornato nella stessa filiale per ritentare la sorte, ma gli è andata male

Coltello alla gola della cassiera, si è fatto consegnare 2.400 euro, poi è uscito convinto di averla fatta franca ancora una volta, ma si sbagliava. Un senegalese di 25 anni residente a Calvisano è stato arrestato ieri mattina, attorno alle 11, dopo aver messo a segno il terzo colpo nel giro di due settimane. Sulle sue tracce si erano messi gli agenti del Radiomobile dei carabinieri della Compagnia di Desenzano. 

I colpi. Il 30 ottobre il senegalese armato di taglierino ha messo a segno una prima rapina presso la filiale della Banca di Credito Cooperativo di Visano, un colpo che gli ha fruttato 1.000 euro. Pochi giorni dopo, il 3 novembre, il secondo colpo, presso la filiale UBI Banca di via Marconi a Visano, da dove è fuggito con altri 4mila euro. Ieri, venerdì 13, il terzo colpo, che è risultato essergli fatale. Ad attenderlo fuori dalla filiale, ancora la UBI Banca di via Marconi, infatti c'era una pattuglia di carabinieri: i militari, coadiuvati dai colleghi di Verolanuova, da giorni stavano indagando sul rapinatore seriale. 

Oltre ai tre colpi messi a segno, altri sono due sono sfumati, sempre nella Bassa Bresciana, a Gambara e Fiesse. Dalla casa circondariale di Canton Mombello, dove si trova in questo momento, difficilmente potrà proseguire la sua carriera di rapinatore seriale.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatore torna sul luogo del delitto, ad attenderlo ci sono i Carabinieri

BresciaToday è in caricamento