Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Idrocarburi nel fontanile, si rischia il disastro: intervengono i carabinieri

L'allarme è stato lanciato giovedì sera lungo la fossa Palpice a Visano: qualcuno ha sversato idrocarburi nel canale

Foto d'archivio

Non è la prima volta che succede, purtroppo: già in passato alla fossa Palpice erano stati segnalati episodi di sversamenti, con moria di pesci e non solo. Adesso si è sfiorato il disatro: giovedì sera intorno alle 19 è stato lanciato l'allarme per un probabile sversamento di idrocarburi, lungo il percorso del vaso Palpice in territorio di Visano.

Per evitare il peggio, le acque sono state deviate. La roggia in questione, ricordiamo, è al servizio dei campi agricoli, e ospita varie specie animali (non solo pesci ma anche gamberi e insetti): anche un minimo quantitativo di sostanze inquinanti potrebbero danneggiare irrimediabilmente l'ambiente circostante. Un altro sversamento, l'ennesimo, che sa di beffa, nei giorni in cui si parla (tanto) dei fanghi contaminati.

“Abbiamo avvertito uno strano odore, era nauseabondo – racconta una testimonianza raccolta dal Giornale di Brescia – Poi è arrivato un ragazzo in scooter e guardando nel corso d'acqua ha notato lo sversamento e ha subito dato l'allarme”.

Indagini per reato ambientale

La mobilitazione è stata rapida, rapidissima: i primi a intervenire i Vigili del Fuoco di Verolanuova, seguiti dai Carabinieri della compagnia di Desenzano, i tecnici di Arpa (allertati dal sindaco) e in prima linea anche il consigliere all'Ambiente Luca Galuppini, che abita poco lontano. I primi accertamenti avrebbero confermato lo sversamento di idrocarburi: non sarà facile risalire ai responsabili, che saranno denunciati per reato di danneggiamento all'ambiente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Idrocarburi nel fontanile, si rischia il disastro: intervengono i carabinieri

BresciaToday è in caricamento