Sorpreso con la cocaina, ingoia tre dosi e picchia i carabinieri per scappare

In manette un 46enne di Visano: pusher già pregiudicato, alla vista dei militari ha inghiottito la droga e ha ingaggiato una colluttazione per ritagliarsi una via di fuga

Alla vista dei carabinieri non ci ha pensato due volte, e ha ingoiato la droga. I militari lo tenevano d'occhio da tempo: l'uomo, un 46enne di Visano, è un pregiudicato con precedenti per reati legati allo spaccio di droga. È finito nel radar degli uomini dell'Arma domenica notte, durante un controllo finalizzato proprio a individuare i pusher della zona.

Nel comune della Bassa è stato pedinato e bloccato: pochi attimi prima ha però ingoiato la droga, tre dosi di cocaina, che nascondeva in tasca. Non solo: per evitare di essere perquisito, ha aggredito i militari che avevano assistito alla scena. Un disperato tentativo di darsi alla fuga ed evitare la perquisizione che è finito malissimo.

Il 42enne è stato fermato e controllato: addosso aveva 500 euro in contanti, probabile provento dello spaccio. Le radiografie poi effettuate in ospedale, dov'è stato portato per evitare che la droga andasse in circolo, hanno confermato la tesi dei militari: nello stomaco del pusher c'erano le tre dosi di polvere bianca. 

Inevitabile la perquisizione in casa, dov'è sono stati rinvenuti sei bilancini di precisione, un cellulare dedicato all'attività di spaccio, qualche grammo di hashish e tutto il necessario per confezionare le dosi da vendere al dettaglio. Una volta dimesso dall'ospedale, il 46enne è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma di Desenzano, dove ha trascorso il resto della nottata. Lunedì mattina il giudice del tribunale di Brescia ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di firma giornaliero presso la stazione di Isorella.

Come detto l'uomo è uno spacciatore di lunga data e non è nuovo a tali comportamenti: già 10 anni fa aveva ingoiato alcune dosi di cocaina per sfuggire all'arresto, senza però riuscire nei suoi intenti.

I

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Ringraziate la magistratura che abbiamo se in Italia le cose vanno sempre s finire in questo modo, la delinquenza a piede libero.

  • E sì che dalle nostre parti è pieno di cave con tante belle pietre da spaccare...

  • Ahh peroooo.... spaccio, aggressione, fedina penale bella lunga.... il tutto concluso con obbligo di firma. Eh bhe lo sa anche un asino che per chi non avvezzo all’uso della penna, fare una firma è come i lavori forzati.... ma daiiiii che buffonate ste cose !!!!!!

  • Obbligo di firma? Quindi passerà in caserma, firmerà (10 secondi) e poi sarà libero di tornare a fare ciò che vuole! Caspita, utilissimo metodo di repressione del fenomeno dello spaccio! Con una punizione così, quasi quasi mi metto a spacciare pure io

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incidente in azienda, gravissimo operaio: rischia di perdere una mano

  • Cronaca

    Stroncato da una grave malattia, muore storico ristoratore: lascia moglie e figli

  • Cronaca

    Sorpreso a rubare al supermercato, stende il commesso con un pugno in faccia

  • Cronaca

    Orrore in paese, cane morto abbandonato in un'aiuola: "È lì da due giorni"

I più letti della settimana

  • Professore si suicida in palestra, il corpo trovato da due studenti

  • Uccisa da un malore mentre sta pulendo casa: addio a Silvia

  • Auto sbanda in curva, poi la tragedia: chi era la vittima

  • La disperazione per la morte di Leonardo: "Eri un ragazzo speciale"

  • Si affaccia alla finestra di casa e precipita per 12 metri: muore bimba di 9 anni

  • Casa in fiamme: uomo muore carbonizzato, si salvano moglie e figlia

Torna su
BresciaToday è in caricamento