Il virus che 'ricatta' il computer: centinaia di segnalazioni alla Polizia

Centinaia di segnalazioni nelle ultime settimane alla Polizia Postale di Brescia: un virus che ricatta il computer, ne blocca il funzionamento finché non si paga. In allegato a mail di corrieri per pacchi mai ricevuti

Occhi e mouse ben puntati. Per la nuova truffa che viaggia via mail, e che è stata denunciata anche dalla Polizia Postale di Brescia. Un cosiddetto ‘virus ricatto’, in inglese 'ransomware': una volta dentro al pc ne blocca il funzionamento, ‘liberandolo’ solo previa pagamento all’hacker di turno.

Un malware che si nasconde in alcune invitanti mail fittizie. Un pacco regalo, oppure un vecchio ordine, la notifica di un corriere: poche righe, non sempre in italiano perfetto, e poi un allegato che una volta aperto non ti molla più. A meno che non si ‘sganci’ moneta virtuale con cui foraggiare il gruppo hacker che ha intasato il computer.

Meglio starci molto attenti: nelle ultime settimane sarebbero a centinaia le segnalazioni del ‘worm’ solo in provincia di Brescia. Pare che la truffa abbia colpito prima aziende e imprese, passando poi alle utenze private.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento