"No ai profughi". La Lega blocca la statale 42 di Vione

La conferma che 8 profughi saranno ospitato a Vione ha fatto esplodere il malcontento del Carroccio che ha organizzato ieri sera un presidio, alla presenza del segretario Caparini, che ha portato anche al blocco della SS42. "Basta clandestini, basta Prefetti", ha scandito il segretario

VIONE - La conferma dell'arrivo a Vione di 8 profughi ospitati in frazione Stadolina ha mandato su tutte le furie i rappresentanti della Lega Nord,che ieri in serata si sono riuniti in presidio nella stessa frazione - con circa 500 manifestanti - e hanno bloccato per circa mezz'ora la Ss42, creando non pochi disagi al flusso del traffico.

La vicenda muove dalla partecipazione al bando per l'accoglienza di profughi da parte del titolare di un immobile sfitto nella frazione Stadolina, bando che prevedeva di ospitare 38 migranti.

Troppi, secondo i sindaci della zona che si sono appellati anche al Governo, ottenendo che il numero scendesse a otto. 

Comunque eccessivi per il Carroccio: il segretario provinciale Davide Caparini, originario di Vezza d'Oglio, si è schierato dalla parte dei suoi conterranei - preoccupati per le ricadute sul turismo - al grido di "Basta profughi, basta Prefetti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Forti temporali nella notte, allerta meteo anche tra oggi e domani

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si sente male in casa, sotto gli occhi della moglie: morto storico ristoratore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento