Insospettabile plurilaureato sequestra la sua ex e la sevizia tutta la notte

Anche la Corte d’Appello ha confermato la sentenza del primo grado, anche se con una riduzione della pena: il 35enne Enrico Ugoletti è stato condannato a 7 anni e 4 mesi

Pena ridotta in appello, ma sentenza confermata: 7 anni e 4 mesi (invece che 9 anni pieni) per stalking, violenza sessuale, lesioni aggravate e sequestro di persona. L’imputato è il giovane Enrico Ugoletti, 35enne plurilaureato: la vittima è una studentessa universitaria con cui aveva una relazione, ormai più di tre anni fa.

Fu la conclusione della storia con lei a scatenare le sue ire più recondite. Le prime due sentenze hanno confermato i vari capi d’accusa, in attesa della Cassazione: la ragazza sarebbe stata rinchiusa nell’abitazione di lui, a Nave, senza possibilità di andarsene. E proprio in quella casa Ugoletti avrebbe abusato di lei più volte.

Una notte da incubo

L’avrebbe liberata solo all’alba, dopo una lunga notte di violenza. Circostanza sempre smentita dallo stesso Ugoletti, che in parte ha ammesso le sue “pressioni” ma ha sempre negato le violenze e il sequestro di persona.

A detta dell’imputato, quella notte la giovane era consenziente. Evidenza che sarebbe stata confermata dalla colazione insieme, al bar, la mattina successiva. Niente di tutto questo per la Procura, che ha coordinato l’inchiesta, e per i primi due gradi di giudizio in tribunale.

Il tribunale

Anche la Corte d’Appello ha infatti confermato la ricostruzione degli inquirenti. Nel febbraio del 2016 la storia tra Ugoletti e la studentessa era giunta ormai al termine, a causa - spiegò la ragazza - dei comportamenti troppo spesso ossessivi del fidanzato. La fine della storia, l’inizio dell’incubo: proprio tre anni fa la ragazza sarebbe stata sequestrata e violentata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Travolta e investita da un camion sulle strisce pedonali: donna muore sul colpo

Torna su
BresciaToday è in caricamento